martedì 1 agosto 2017

Twin Peaks 3, le teorie più strampalate

David Lynch lo sappiamo tutti è un surrealista, le sue opere sono oniriche spesso e volentieri però ai più sono incomprensibili, lui stesso dice che qualsiasi interpretazione può essere giusta, certo, non lo metto in dubbio.
Certamente una storia, e io intendo una qualsiasi storia, debba avere un filo di logica per seguire un discorso preciso, e non può essere presa di getto, così tanto per poter essere accettata da tutti, la sospensione dell'incredulità forse alcuni non la conoscono, ma centriamo il discorso.
Punto primo, questo è solo il mio parere su alcune teorie decisamente strampalate che girano in rete, che ritengo non in linea con il pensiero di Lynch e con il filo del discorso di Twin Peaks.

1. La vera Laura Palmer non è morta, a morire è stato il suo doppelganger. Questa è la prima teoria che mi ha fatto grattare le orecchie, primo perchè non ritengo Lynch un regista che prende in giro il suo pubblico, secondo sappiamo tutti quanti che Cooper nell'ultima puntata della seconda stagione ha incontrato il doppelganger di Laura. Alcuni credono che la vera Laura è entrata nel quadro della signora Tremond per salvarsi la vita. Quindi per loro la Laura morta sarebbe un simil Dougie Jones...vabbè, allora le prime due stagioni almeno secondo me non avrebbero senso.
Inoltre Laura aveva scritto già nel diario che aveva deciso di morire, per Strapparsi BOB da dentro, se questa teoria fosse vera, allora Laura sarebbe stata posseduta da BOB non trovate? Quando Laura si vede nel quadro è un sogno che viene indotto dalla signora Tremond a Laura; ma lei non entra nella loggia attraverso la porta aperta, rimane all'uscio indecisa su cosa fare, poi apre gli occhi e si ritrova l'anello in mano, ma è un sogno, nient'altro che un sogno, il giorno dopo al risveglio si riguarda la mano scoprendo che l'anello è sparito. FWWM docet.

2 Dale Cooper è un sogno di Dougie Jones, e questi avrebbe ucciso Laura Palmer...
Eeeeh? Ma stiamo scherzando spero!!! Sappiamo benissimo che il nuovo Twin Peaks è costruito tutto sull'odissea del nostro amato agente Cooper che è uscito dalla loggia nera privo di memoria, e vive come un bambino. Noi stiamo assistendo al SUO percorso, che è nettamente differente da quello di Laura Palmer, e per piacere non confondiamo le acque con Mulholland Drive, e distinguiamo BENE le due opere di Lynch.

3 Laura Palmer non è mai esistita, lei è stata solo un sogno.
In poco tempo si è passati dalla Laura Palmer ancora viva alla Laura Palmer inesistente e protagonista solo di un sogno, per non essere daccordo con questa teoria sono stata ingiustamente bannata da un gruppo su facebook, si sa, chi è contro alcune idee fuori dalla logica non è sempre accettato.
Ma come dico io, abbiamo assistito alla parte 8 dove il gigante ha creato l'anima di Laura, questo vuol dire che sarebbe stata un essere vivente in carne e ossa, dove forse lei era un essere speciale che poteva contrastare BOB, poi Twin Peaks è tutto costruito sulla sua figura, come può Laura Palmer essere soltanto un sogno e non esistere mai?
Allora le prime due stagioni, almeno per tutte le teorie sopracitate secondo il mio modesto parere, non avrebbero senso, e Twin Peaks sarebbe la più colossale presa per i fondelli della storia della televisione, anzichè il capolavoro riconosciuto da tutti.
Per me sono teorie campate in aria da chi Twin Peaks, non lo ha ancora centrato in pieno, o si è apprestato a conoscerlo da poco.
Io invece avrei un altra teoria, ancora più apocalittica e sensata rispetto a quelle sopraelencate, ma ne parlerò un altra volta.
Spero almeno di avervi fatto divertire con queste teorie prese a caso che girano in rete.
Almeno con questo caldo vi faccio fare due risate va.
Alla prossima.

domenica 2 luglio 2017

Twin Peaks, alcune mie interpretazioni, Il nano, la sua evoluzione, e altri spiriti della loggia.

Si lo so, avrei dovuto cominciare con le recensioni delle prime due parti, forse ci sarà un unica recensione che parla di tutto quanto.
Stasera, invece ho voluto scrivere questo post per dare delle mie precise interpretazioni su Twin Peaks: sottolineo il fatto che sono interpretazioni personali, da non prendere per oro colato.
Chi segue e conosce il cinema di Lynch sa, che da allo spettatore la libertà di interpretare le sue opere, certamente farò anche io stasera.
Il Nano e la sua evoluzione.
In passato ho fatto parte del forum ufficiale italiano di Twin Peaks.
L'admin, Max, è stato un mio carissimo amico e insieme abbiamo discusso sulle nostre interpretazioni a riguardo del nano soprattutto.
Secondo me e anche secondo lui il nano non è il braccio.
Si lo so, lui dice io sono il braccio e faccio suoni come questo, facendo il verso  dell'urlo dell'indiano, noi non credevamo affatto che fosse il braccio di Mike/Philip Gerard.
Perchè direte voi?
Semplicemente perchè sostengo e lo faceva anche lui, che sia lo spirito che possiede Philip Gerard, almeno secondo l'interpretazione di Max.
Per me non è così, secondo la mia interpretazione non è il nano a possedere Mike, ma egli stesso, è un entità a se stante che dirige gli spiriti della loggia nera.
Io sono braccio che manovra gli spiriti.
Una cosa del genere in un certo senso.
Nelle prime due stagioni sembrava volesse aiutare l'agente Cooper, per la risoluzione del caso di Laura Palmer.
C'è comunque qualcosa che non torna: se da un lato, il nano, Mike, Il gigante e gli altri spiriti cercano di guidare il nostro agente, da un altro lato invece sembra vogliano invitarlo a giocare insieme a loro.
Fanno una specie di seduzione in un certo senso.
Certamente con Cooper non possono usare i mezzi che hanno usato con Laura Palmer, come ho letto in alcuni articoli sparsi sul web.
Laura veniva sedotta col sesso, Cooper, essendo diverso rispetto a Laura, più cerebrale, devono sedurlo con gli indovinelli.
Esattamente come fa il nano nella stanza rossa durante il sogno; non so se rendo l'idea.
Avete presente quando Cooper chiama lo sceriffo Truman dicendo che sa chi ha ucciso Laura Palmer?
Il mattino Cooper dimentica tutto, ma, questo non gli impedisce di captare strani segni che si presentano durante il percorso che lo porterà a smascherare il colpevole.
L'evoluzione del nano, è quel sicomoro che sostituisce Michael J Anderson perchè ci sono stati casini durante la produzione in cui si dice che l'attore che interpretava il nano, aveva chiesto un cachet spropositato.
David Lynch ha optato per una soluzione surrealista e bizzarra, trasformare il nano in un sicomoro parlante con un cervello.
C'è  un legame tra Philip Gerard, e il nano?
Sicuramente si, anche se io credo che questo venditore di scarpe sia un dugpas, e che le sue intenzioni non sono certamente buone.
Come lo so?
Se avete visto il momento della morte di Laura Palmer in Fuoco Cammina con me non aiuta Ronette quando si trova esanime a terra, a lui interessa soltanto fermare BOB nel suo proposito di possedere Laura.
Ci sarebbe tanto da dire su di Laura, forse lo faccio un altra sera.
Comunque, la cosa curiosa è che è proprio l'evoluzione del nano ad aiutare Dougie/Cooper a non farsi uccidere dal nanetto Killer nell'episodio 7 della terza stagione.
Come sapete è anche lui a ricordare a Cooper del suo doppelganger che è in giro nel mondo.
La mia domanda è...riuscirà Cooper a svegliarsi e tornare nel mondo reale?
Io spero sinceramente di si.

giovedì 29 giugno 2017

Twin Peaks 2017 Considerazioni Generali

E anche David Lynch's World comincia a parlare della terza stagione di Twin Peaks, o meglio, del film di 18 ore, sequel di quella pietra miliare della tv che ha rivoluzionato  la serialità televisiva.
Si comincia da stasera con delle considerazioni generali, prima di parlare davvero e  con il mio punto di vista di questa straordinaria a mio avviso terza stagione.
David Lynch torna dieci anni dopo la sua ultima fatica INLAND EMPIRE con la serie tv che è stato il suo più grande successo di pubblico, sono in molti ad averlo conosciuto con Twin Peaks, compresa la sottoscritta, che ha visto e rivisto le prime due stagioni apprezzandole.
Perchè?
 Dentro ci sono diversi generi: dalla soap, al giallo, alla commedia, al fantastico, all'horror, tutti mescolati insieme, per questo credo che Twin Peaks deve essere presa nella sua totalità altrimenti se ci si ferma solo a Laura Palmer - che è una parte della storia - è come se durante una scopata ci si interrompe prima di aver raggiunto l'apice.
Twin Peaks è  un universo  tutto legato insieme, con una specie di filo invisibile che mostra sia il mondo reale, rappresentato dalla ridente cittadina, sia il mondo metafisico rappresentato dalle due logge.
Devo dire però che nelle prime due stagioni si comincia a parlare delle logge soltanto alla fine, vi ricordate quando Hawk comincia a parlare della loggia bianca e della loggia nera a Cooper?
Per molti la seconda stagione perde un po', forse è vero. Per me invece rappresenta la continuazione della vita dopo la morte di Laura Palmer.
Devo precisare però, che Lynch stesso non era daccordo con la rivelazione dell'assassino prima della fine della seconda stagione.
Chissà come sarebbe stato Twin Peaks, senza i veti della ABC.
Eppure, nonostante tutto quanto, ci ritroviamo qui a parlare di Twin Peaks dopo 25 anni.
Daltronde Laura lo aveva detto a Cooper...ci rivediamo dopo 25 anni.
C'è da dire però, che dopo la morte di Leland e lo smascheramento dell'omicidio ci sono altre storie, forse non proprio riuscitissime, ma che racchiudono altri misteri: uno dei quali è Windom Earle e la sua partita a scacchi con l'agente Cooper.
Ovviamente dobbiamo dire che la partita di Earle con Cooper comincia prima della morte di Leland, anche se si sviluppa approfonditamente dall'episodio 14 della seconda stagione: Doppio Gioco.
Ci sarebbero dire parecchie cose su Earle, ma per ora mi fermo qui. Magari in futuro ne parlerò approfonditamente.
Twin Peaks 2017, ammetto di averlo visto in lingua originale con i sottotitoli, e in contemporanea con gli Stati Uniti, sto sveglia tutta la notte in attesa di vederlo, dunque, le mie considerazioni generali sono  queste: ci troviamo davanti a un opera che è diversa anni luce dalla Twin Peaks che abbiamo conosciuto e amato. All'inizio pensavo che si trattava di qualcosa di originale  e interessante e  non credevo che avesse rivoluzionato di nuovo il piccolo schermo.
Dopo la visione della parte numero 8 mi sono ricreduta.
Primo dei motivi è che la parte numero 8 di questo straordinario film, è citato da tutti i siti come un opera d'arte e una parte a se stante, almeno da quello che ho letto in giro.
Dialoghi ridotti a l'osso, lunghi piani sequenza, fotografia curata da Peter Deming in b/n e tempi dilatati al massimo.
Ma non solo per questa parte, anche per tutte le altre parti.
Qui siamo davanti forse ad uno degli eventi televisivi più importanti dell'anno, quindi non una semplice serie tv, ma un film tutto girato insieme e poi suddiviso in 18 parti.
Lynch stesso non ha voluto anticipare nulla ai fans, perchè ritiene importante che vivano l'esperienza con Twin Peaks, magari vedendolo con le cuffie nelle orecchie per non perdersi il grande lavoro di sound editing curato da lui stesso.
La modalità con cui ha girato questo grandissimo evento, è senza dubbio rivoluzionario.
Sono sicura che ci riserverà delle grandi sorprese nelle prossime parti.
All'inizio la cosa che mi ha letteralmente ipnotizzata è la lunga sequenza nella purple room della terza parte, con la ragazza senza occhi che cerca di parlare con Cooper, una delle scene più surreali di Twin Peaks, almeno secondo il mio parere.
Con la terza stagione Lynch non sbroglia l'intricata matassa di misteri ancora da svelare, anzi,  ne inserisce ovviamente altri, ancora più intricati e complessi.
Ambienta l'azione sia a Twin Peaks, che in altre città americane, da Buckhorne, a Las Vegas fino a New York.
Mette in scena in cui troviamo l'agente Cooper intrappolato nella loggia nera, allo stesso tempo c'è il suo doppelganger che gira libero per il mondo.
Il nano non c'è, al suo posto c'è un sicomoro con una specie di cervello sulla cima, chiamato l'evoluzione del braccio.
Ritroviamo Mike, ovvero l'uomo con un braccio solo, che parla con Cooper nel secondo episodio, prima dell'apparizione di Laura.
Laura si avvicina a Cooper e gli dice qualcosa all'orecchio; esattamente come nella prima stagione, ma poi viene risucchiata da qualcosa.
Il Cooper buono, deve uscire dalla loggia per tornare nel mondo reale, ma non può farlo prima che il suo doppelganger non torni nella loggia nera.
Nel mondo reale non possono esistere due Cooper.
Qui avviene una parte molto interessante: la creazione di un altro personaggio chiamato Doughie Jones, il cui posto viene preso da Cooper.
Qui vediamo Cooper che vive la vita di Doughie, ed è come un bambino che è come dire rinato.
Io penso che Cooper non abbia lasciato del tutto la loggia nera, almeno secondo una mia interpretazione personale si trova in una realtà parallela, a Rancho Rosa.
Qui ha una moglie e un figlio, ma non è certamente la sua vita.
Ancora non si sa niente di questa situazione, è un mio parere personale che non è da prendere per oro colato.
Un mondo costruito? Non si sa.
Quello che si sa, e che dicono tutti ormai in rete, è che Cooper è uscito dalla loggia, ma piano piano ci sono degli elementi che gli ricordano qualcosa.
Cooper in realtà credo che deve ricostruire la sua vita e si deve svegliare per tornare quello di un tempo.
Ci riuscirà? Io spero di si.
Ci sono alcune domande che mi pongo, e faccio pure a voi: Secondo voi la realtà di Rancho Rosa in cui Cooper vive con l'identità di Doughie Jones è costruita da qualcuno?
Alcuni dicono che è stato Bad Cooper a creare questa realtà per poter sfuggire dalla loggia nera.
Infatti vediamo il vero Doughie entrare nella loggia e scomparire proprio davanti all'uomo con un braccio solo.
Forse per questo che Cooper riesce ad uscire dalla loggia e prendere il suo posto?
Ci sono dei cadaveri che spuntano a Buckhorne nel South Dakota, uno di questi è Ruth Davenport, di cui si trova soltanto la testa sopra il corpo di un uomo, anch'egli senza testa.
Principale sospettato William Hastings, le cui impronte sono state trovate nella stanza.
Poi c'è anche la Glass Box, a New York, dove c'è un ragazzo che deve osservare cosa appare.
Mentre è nel bel mezzo di un amplesso con la ragazza che gli porta il caffè,  accade qualcosa di particolare: un entità esce da quella scatola di vetro e li aggredisce fino ad ucciderli.
E tanto altro ancora.
In Twin Peaks ci sono nuovi misteri che si aggiungono ancora a quelli che devono essere svelati.
Non dico altro per non rovinarvi la sorpresa, cercherò di farlo prossimamente con gli articoli degli episodi, che arriveranno prestissimo.
Credo che per il 9 luglio spero di riuscire a terminare questi articoli, in cui cercherò di approfondire e magari anche di aggiungere alcune mie interpretazioni personali.
Certo che, in Twin Peaks, c'è praticamente tutto il cinema di Lynch.
I rimandi vanno da Eraserhead, fino alla sua ultima fatica cinematografica INLAND EMPIRE.
Parlo sia delle prime due stagioni che della terza.
Come immagino le altre parti? Sinceramente mi sono fatta una mia idea personale, per ora non la svelo, più avanti forse.
E ricordate...It is Happening Again.



domenica 25 giugno 2017

Ritorno a Twin Peaks, e anche a scrivere di David Lynch con Rinnovato Entusiasmo

Il Blog David Lynch's World riapre i battenti, e visto che è ormai un mese esatto che è tornato anche Twin Peaks, serie che è stata di fondamentale importanza nel mio cammino di cinefila, di cui ne parlerò con recensioni dirette degli episodi piano piano, mostrando anche le  differenze tra versione originale con i sottotitoli, che è come la sto guardando io  in contemporanea con gli stati uniti, cosa che generalmente non faccio mai con le serie tv, e quella doppiata in italiano ma Twin Peaks è diversa sotto ogni punto di vista, lei ha la precedenza perchè l'ha fatta David Lynch, che è uno dei miei registi preferiti in assoluto.
Poi chiariamoci una cosa fondamentale, dobbiamo pur dirla è giusto parlare di Lynch e del suo cinema, per non far morire la sua arte, e poi sta avendo grandissime ovazioni col ritorno di quella che è la madre di tutte le serie tv.
Twin Peaks è la mia serie preferita in assoluto, nessun'altra serie la può eguagliare, nè tantomeno si può avvicinare alla sua grandezza.
Sinceramente parlando, quando si parla di Twin Peaks credo che sia stato per il piccolo schermo ciò che quarto potere è stato per il cinema.
Una pietra miliare, peccato che tutti si fermano alla morte di Laura Palmer per le prime due stagioni.
Come per il mio amico ormai morto Max, io sono del partito che apprezza tutte e due le serie, semplicemente perchè sono diverse.
Mi ricordo che ultimamente ho recensito Twin Peaks alla fabbrica, cosa dovuta, in quanto è stata una tappa non importante per il mio cammino di cinefila, ma di fondamentale importanza.
Da Twin Peaks è partito tutto quanto.
Quindi questa estate è per me una estate lynchiana, esattamente come 23 anni fa, quando registrai per la prima volta in tv twin peaks le repliche, che non hanno fatto tutto peccato.
Comunque sia è bello ritrovare l'entusiasmo per un regista al quale sono sempre stata particolarmente legata, essendo David Lynch il primissimo regista che mi sia piaciuto davvero.
Apparte Giuseppe Tornatore, ma quella è un altra storia che ho già raccontato alla fabbrica nella recensione di Nuovo Cinema Paradiso.
David è David, e su questo non si discute.
Prestissimo parlerò di Cannes, dei nuovi episodi di Twin Peaks e di tanto altro ancora.
E sono felice di annunciarvi che come speravo David Lynch non ha lasciato il cinema.
Incrociamo le dita e ben ritrovati a tutti Ciao Lynchani.

martedì 26 maggio 2015

Twin Peaks terza stagione, preparate ciambelle e caffè

La notizia è di quelle che ti fanno venire voglia di stappare una bottiglia di champagne, David Lynch firmerà non solo tutti i 9 episodi previsti (grazie all'accordo di Showtime che è stato portato a termine, soprattutto per il tam tam dei  fans online e del cast storico con la pagina facebook aperta per l'occasione) ma ce ne saranno altri 9, che si aggiungeranno a quelli pattuiti precedentemente, TUTTI DIRETTI DA DAVID LYNCH.
Una notizia epocale, se si pensa che la seconda stagione è stata messa nelle mani di altre persone.
Per la terza stagione a dirigere il tutto sarà David Lynch, come ho detto prima, e il suo ruolo non sarà solo di produttore esecutivo come nelle prime due stagioni, che sono state dirette da diversi registi, qui ha tutto nelle mani il maestro Lynch, che curerà il tutto dettagliatamente rispetto alle stagioni precedenti.
Quella tazza di caffè è dannatamente buona, ora è più deliziosa.
Le domande sui misteri irrisolti sorgono spontanee, anche se ancora non hanno anticipato nulla sui misteri non svelati di questa attesissima stagione.
Io sono dell'idea che Lynch voglia stupire il suo pubblico, e secondo me lo farà alla grande, intanto amici preparate il caffè e le ciambelline, entriamo alla stazione di polizia di Twin Peaks e seguiamo le indagini che ci farranno ritrovare il mitico agente Cooper, lo sceriffo Truman, Andy, Lucy, Audrey e tutta la compagnia di personaggi bizzarri che hanno segnato la mia, e la vostra vita.
Non vedo l'ora che cominci...la mia curiosità è tanta...e non mancherà un articolo sull'ultimo episodio di Twin Peaks, quello in cui l'agente Cooper sbatte la testa sullo specchio!!!!
La frase profetica di Laura Palmer non era solo una profezia, ma presagiva il suo ritorno dopo 25 anni...beh non sto nella pelle per la curiosità!!!

mercoledì 22 aprile 2015

#SaveTwinPeaks, lettera a tutti i fans italiani del serial creato da David Lynch e Mark Frost

Cari fans,
Chi scrive è una persona che è praticamente cresciuta a pane e Twin Peaks, sin da quando da bambina quel serial ha praticamente cambiato la mia vita rivoluzionandola.
Il Sapere che una terza stagione torna dopo 25 anni riempe di attesa e di felicità chi in quel serial ha visto nascere qualcosa di rivoluzionario e unico capace non solo di cambiare le regole della televisione, ma anche innovandolo secondo canoni differenti, canoni che solo un genio come David Lynch e un autore come Mark Frost hanno saputo affrontare.
Nessuno, nemmeno telefilm come Lost, X-Files e tanti altri sarebbe arrivato se non ci fosse stato un serial come Twin Peaks, è bene sottolinearlo questo.
Quindi io da buona fan invito voi a condividere questo mio articolo su tutti i vostri canali sul web a sostegno della campagna #SaveTwinPeaks, direttamente qui in Italia concentrata soprattutto sui fans italiani, o se non lo siete, potete farlo, lo stesso, dato che scriverò questa lettera anche in inglese, francese e spagnolo, in modo che la campagna si allarghi a macchia d'olio.
Mi raccomando è importante sostenere David Lynch, in modo che Twin Peaks, nel 2016 sia diretta solo ed esclusivamente da David Lynch e non da qualcun'altro, esattamente come lui vuole dirigerla, diamo sostegno a questo grande autore, perchè da noi lo merita senza ombra di dubbio.

ENGLISH VERSION

Dear fans,
The writer is a person who is practically grew up with bread and Twin Peaks, since he was a child serial that has virtually changed my life and revolutionized.
The knowledge that a third season back after 25 years of waiting and happiness fills those in the serial has seen the birth of something revolutionary and unique not only able to change the rules of television, but also with significant amendments according to different fees, fees that only a genius as David Lynch and Mark Frost as an author have been able to cope.
Nobody, not even the show like Lost, X-Files, and many more would come if there had been a series like Twin Peaks, it is worth emphasizing this.
So I invite you to be good fans to share my article on all your channels on the web to support the campaign #SaveTwinPeaks right here in Italy focused mainly on Italian fans, or if you're not, you can do the same, given that I will write this letter in English, French and Spanish, so that the campaign will spread like wildfire.
I recommend it is important to support David Lynch, so that Twin Peaks, in 2016 is directed exclusively by David Lynch and not by someone else, exactly how he wants to direct it, we give support to this great author, because we deserve it without doubt.

FRENCH VERSION

Chers fans,
L'auteur est une personne qui est pratiquement grandi avec du pain et Twin Peaks, car il était un série de l'enfant qui a pratiquement changé ma vie et révolutionné.
La connaissance qu'une troisième saison de retour après 25 ans d'attente et de bonheur remplit ceux de la série a vu la naissance de quelque chose de révolutionnaire et unique non seulement en mesure de changer les règles de la télévision, mais aussi avec d'importantes modifications en fonction de différents frais, les frais que seul un génie comme David Lynch et Mark Frost comme un auteur ont pu faire face.
Personne, pas même le spectacle comme Lost, X-Files, et beaucoup plus viendrait se il y avait une série comme Twin Peaks, il convient de souligner cela.
Je vous invite donc à être de bons ventilateurs de partager mon article sur tous vos chaînes sur le web pour soutenir les #SaveTwinPeaks de campagne, ici en Italie porté principalement sur les fans italiens, ou si vous n'êtes pas, vous pouvez faire la même chose, étant donné que Je vais écrire cette lettre en anglais, français et espagnol, de sorte que la campagne va se répandre comme une traînée de poudre.
Je recommande il est important de soutenir David Lynch, de sorte que Twin Peaks, en 2016 est dirigée exclusivement par David Lynch et non par quelqu'un d'autre, exactement comment il veut diriger, nous apportons notre soutien à ce grand auteur, parce que nous le méritons sans doute.

SPANISH VERSION

Queridos fans,
El escritor es una persona que está prácticamente creció con pan y Twin Peaks, desde que era un niño de serie que ha cambiado mi vida y prácticamente revolucionado.
El conocimiento de que una tercera temporada de regreso después de 25 años de espera y felicidad llena los de la serie ha visto el nacimiento de algo revolucionario y único no sólo es capaz de cambiar las reglas de la televisión, sino también con modificaciones significativas en función de diferentes comisiones, honorarios que sólo un genio como David Lynch y Mark Frost como autor han sido capaces de hacer frente.
Nadie, ni siquiera el espectáculo como Lost, X-Files, y muchos más vendrían si no hubiera habido una serie como Twin Peaks, vale la pena subrayar esto.
Así que invito a ser buenos aficionados a compartir mi artículo sobre todos sus canales en la web para apoyar los #SaveTwinPeaks de campaña, aquí en Italia se centró principalmente en los aficionados italianos, o si no lo eres, te puedo hacer lo mismo, ya que Voy a escribir esta carta en Inglés, francés y español, por lo que la campaña se extenderá como la pólvora.
Recomiendo que es importante apoyar a David Lynch, por lo que Twin Peaks, en 2016 se dirige exclusivamente por David Lynch y no por otra persona, exactamente cómo quiere dirigirla, damos apoyo a este gran autor, porque nos lo merecemos sin duda.

giovedì 15 gennaio 2015

Torna Twin Peaks, si avete capito bene, ecco le mie considerazioni sulla terza serie

E' cominciato tutto con una serie di tweets lanciati da David Lynch e Mark Frost sul ritorno effettivo della serie che ha sconvolto e rivoluzionato il piccolo schermo, tanto da alimentare la febbre dei fans già dall'annuncio ufficiale.
Il tutto comincierà nel 2016 su showtime, e saranno 9 episodi tutti diretti da David Lynch. Sarà un seguito ma 25 anni dopo i fatti accaduti nelle prime due stagioni.
Ecco le mie considerazioni, essendo che la serie ha letteralmente smontato i canoni dei telefilm tra la fine degli anni ottanta e inizio novanta rivoluzionando il piccolo schermo, quale impatto avrà tra gli appassionati delle prime stagioni e sul nuovo pubblico?
Alcuni membri del vecchio cast, tra cui Kyle McLachlan, ovvero il mitico agente Cooper, Sheryl Lee, Ray Wise, Madchen Amick e altri ancora hanno confermato la loro presenza, ancora nulla si sa della trama, però il supercattivo dei cattivi ovvero Bob non ci sarà, come sarà allora il nuovo Twin Peaks?
La curiosità e la febbre salgono a dismisura, e credetemi vale anche per me che con Twin Peaks ho praticamente conosciuto Lynch e il suo cinema.
Ora che praticamente è cominciato l'anno nuovo, il conto alla rovescia è scattato, dovrebbero esserci in giro delle news allettanti, che prontamente posterò in questo blog, che cercherò di aggiornare spesso dato che la serie delle serie per me è già in progetto.
Vediamo se in giro si trova qualcosa?
  Qui potete trovare qualcosa di interessante, Attenzione c'è un anticipazione riguardo il personaggio di una splendida donna, una cameriera legata a quello che ha detto Laura Palmer nel finale, ricordate? Ci rivedremo ancora tra 25 anni.
Tra le indiscrezioni ci sono quelle di una giornalista sulle tracce dell'agente Cooper, che torna a Twin Peaks per dare il via a questa miniserie di nove episodi che rappresenta per ora, salvo cambiamenti il ritorno sul piccolo schermo di una serie tra quelle che hanno fatto la storia.
Può essere tutto, un grande successo, come un cocente insuccesso fuori tempo o ripetere e bissare il successo e l'exploit delle due serie originali, ci rivedremo molto presto tra le pagine di questo blog, ma intanto quella gomma che vi piaceva tanto sta per tornare di moda in questi giorni, io direi di riprenderla, e rispolverarla, forse è ancora gustosa.
Per quanto riguarda la colonna sonora, nulla si sa ancora, Angelo Badalamenti tornerà a curare le musiche che hanno fatto di Twin Peaks un mito?
Io spero di si, intanto incrocio le dita, porta fortuna xD.